SISMABONUS – ECOBONUS:

AGEVOLAZIONI FISCALI FINO ALL’85%

 

 

 

Finalità

I cosiddetti Ecobonus e Sismabonus sono degli strumenti di incentivazione alla realizzazione di interventi volti a migliorare le prestazioni energetiche e la classe di rischio sismico degli edifici.

Essi consistono nel riconoscimento di detrazioni fiscali in percentuale delle spese sostenute per l’esecuzione degli interventi.

La detrazione fiscale riconosciuta, in base alle ultime evoluzioni legislative (Leggi di Bilancio 2017 ,2018 e 2019), può essere in molti casi ceduta, ad esempio alle aziende che hanno realizzato gli interventi, diventando quindi uno strumento «liquido» di pagamento dei costi degli interventi stessi.

 

 

Beneficiari

Possono usufruire del beneficio sia i soggetti IRPEF che i soggetti IRES che sostengono le spese per gli interventi antisismici e detengono il bene immobile in base ad un titolo idoneo:

  • proprietario o nudo proprietario;
  • titolare di un diritto reale di godimento;
  • comodatario;
  • locatario o utilizzatore in leasing;
  • familiare convivente con il proprietario o detentore e il convivente non proprietario né titolare di un contratto di comodato (solo per gli immobili a destinazione abitativa);
  • acquirente dell’immobile (oggetto di riqualificazione) per le quote di detrazione residue.

Sono comprese, tra i soggetti beneficiari, anche le società immobiliari per gli interventi effettuati su immobili concessi in locazione (R.M. 22/E del 12 marzo 2018).

Possono usufruire della detrazione anche gli istituti autonomi case popolari (IACP) comunque denominati, gli enti aventi le medesime finalità e le cooperative a proprietà indivisa per gli interventi su immobili adibiti ad edilizia residenziale pubblica.

 

Iniziative e Spese ammissibili

Interventi di tipo strutturale:

  • Rinforzi, giunti e dissipatori
  • Consolidamento murature
  • Consolidamento solai e strutture in legno
  • Connettori per solai
  • Supporti e ancoraggi per strutture in cemento armato
  • Consolidamento terreni e fondazioni

 

Interventi di tipo efficientamento energetico:

  • Coibentazione e miglioramento termico
  • Sistemi per l’isolamento a cappotto
  • Facciate ventilate
  • Sistemi per tetti ventilati
  • Sostituzione di infissi e finestre
  • Tende da sole
  • Frangisole o brise-soleil
  • Persiane
  • Scuri
  • Tapparelle
  • Pergolati addossati

 

 

Investimento e contributo per Sismabonus

 

LE DETRAZIONI IRPEF E IRES PER GLI INTERVENTI ANTISISMICI

 

 

 

PERCENTUALI

di detrazione

 

 

 

 

70%, per le singole unità immobiliari, se si passa a una classe di rischio inferiore 80%, per le singole unità immobiliari, se si passa a due classi di rischio inferiore
75%, per gli edifici condominiali, se si passa a una classe di rischio inferiore 85%, per gli edifici condominiali, se si passa a due classi di rischio inferiori
 

IMPORTO MASSIMO

delle spese

96.000 euro per unità immobiliare per ciascun anno
96.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari di ciascun edificio,

per gli interventi sulle parti comuni di edifici condominiali

RIPARTIZIONE

della detrazione

5 quote annuali
 

IMMOBILI INTERESSATI

qualsiasi immobile a uso abitativo (non solo l’abitazione principale) e immobili adibiti ad attività produttive

l’immobile deve trovarsi in una delle zone sismiche 1, 2 e 3

 

 

 

Investimento e contributo per Ecobonus

 

INTERVENTI AGEOLABILI DETRAZIONE
Serramenti e infissi 50%
Schermature solari
Caldaie a biomassa
Caldaie condensazione classe A
Coibentazione involucro opaco 65%
Pompe di calore
Scaldacqua a pompa di calore
Coibentazione involucro
Collettori solari per produzione di acqua calda
Generatori ibridi
Sistemi building information
Caldaie classe A + valvole termostatiche e termoregolazione evoluta
Microgeneratori (per una detrazione massima consentita di 100.000 euro)
Interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata >25% superficie disperdente) 70%
Interventi su parti comuni dei condomini (coibentazione involucro con superficie interessata >25% superficie disperdente+qualità media dell’involucro) 75%

 

 

Investimento e contributo per Sismabonus + Ecobonus

 

EDIFICI CONDOMINIALI: LA DETRAZIONE PER GLI INTERVENTI COMBINATI ANTISISMICI E DI RIQUALIFICAZIONE ENERGETICA

(in vigore dal 2018)

 

 

PERCENTUALI

di detrazione

80%

se i lavori determinano il passaggio a una classe di rischio inferiore

85%

se a seguito degli interventi effettuati si passa a due classi di rischio inferiori

IMPORTO MASSIMO

su cui calcolare la detrazione

136.000 euro moltiplicato per il numero delle unità immobiliari dell’edificio
RIPARTIZIONE

della detrazione

10 quote annuali
 

LE CONDIZIONI

·       gli interventi devono essere effettuati su edifici condominiali che si trovano nei Comuni ricadenti nelle zone sismiche 1, 2 e 3

·       i lavori devono essere finalizzati congiuntamente alla riduzione del rischio sismico e alla riqualificazione energetica